senato romano

 

La cittadinanza si può chiedere per la residenza protratta per oltre 10 anni, come previsto dall'art. 9 , lettera ) della Legge 91 del 1992

Si tratta di una concessione del Presidente della Repubblica, quindi di un iteresse legittimo (e dnon di un diritto soggettivo), che si richiede in via amministrativa mediante un procedimento avviato presso il Ministero dell'Interno.

Questa è la norma che regola la materia:
Art. 9, lettera f) Legge 91 del 1992, che così dispone:

 

Art. 9. 1. La cittadinanza italiana puo' essere concessa con decreto del Presidente della Repubblica, sentito il Consiglio di Stato, su proposta del Ministro dell'interno: a) allo straniero del quale il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado sono stati cittadini per nascita, o che e' nato nel territorio della Repubblica e, in entrambi i casi, vi risiede legalmente da almeno tre anni, comunque fatto salvo quanto previsto dall'articolo 4, comma 1, lettera c); b) allo straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano che risiede legalmente nel territorio della Repubblica da almeno cinque anni successivamente alla adozione; c) allo straniero che ha prestato servizio, anche all'estero, per almeno cinque anni alle dipendenze dello Stato; d) al cittadino di uno Stato membro delle Comunita' europee se risiede legalmente da almeno quattro anni nel territorio della Repubblica; e) all'apolide che risiede legalmente da almeno cinque anni nel territorio della Repubblica; f) allo straniero che risiede legalmente da almeno dieci anni nel territorio della Repubblica. 2. Con decreto del Presidente della Repubblica, sentito il Consiglio di Stato e previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'interno, di concerto con il Ministro degli affari esteri, la cittadinanza puo' essere concessa allo straniero quando questi abbia reso eminenti servizi all'Italia, ovvero quando ricorra un eccezionale interesse dello Stato.

Ciò significa che l'eventuale ritardo nella concessione della cittadinanza potrà essere fatto valere in via amministrativa, e non dinanzi al Trbunale ordinario.

L’art. 9 della legge contempla l’istituto della concessione della cittadinanza italiana mediante Decreto del Presidente della Repubblica, prevedendo modalità differenziate in considerazione di specifici requisiti degli aspiranti e graduando il periodo di residenza legale occorrente per legittimare la proposizione della relativa istanza.

In via ordinaria viene richiesta una residenza legale sul territorio dello Stato di almeno 10 anni per gli stranieri non comunitari (art. 9, lett. f), ma numerosi sono i casi per i quali il periodo di residenza occorrente è inferiore:

- 3 anni di residenza legale: per lo straniero di cui il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado sono stati italiani per nascita o per lo straniero nato in Italia e ivi residente;

- 4 anni per il cittadino di uno Stato aderente alle Comunità Europee;

- 5 anni di residenza legale successivi all’adozione per lo straniero maggiorenne; successivi al riconoscimento dello status per l’apolide o il rifugiato politico.

Non è previsto il requisito della residenza per lo straniero che ha prestato servizio anche all’estero per lo Stato Italiano per almeno cinque anni (lettera c dell’art. 9).

Riferendosi ad ipotesi che trovano applicazione solo sul territorio italiano, si rinvia per la relativa disciplina al Ministero dell’Interno.

 

Documenti per cittadinanza italiana per residenza 2020 – (lista aggiornata)
OL1 Gennaio, 20201 87.078
Documenti per cittadinanza italiana per residenza 2020 - (lista aggiornata) Documenti per cittadinanza italiana per residenza 2020 - (lista aggiornata)
Cittadinanza italiana per residenza 2020: come sappiamo tutti la cittadinanza italiana può essere concessa su richiesta anche in caso di residenza dello straniero protratta per un determinato periodo.

Tale periodo, per gli stranieri non comunitari, è in generale di dieci anni. Tuttavia, numerosissime sono le eccezioni.

In particolare, per gli stranieri che hanno il padre, la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado che siano stati italiani per nascita, così come per gli stranieri nati in Italia e che risiedono nel territorio della Repubblica il periodo è triennale.

Ai cittadini dell’Unione Europea, invece, bastano 4 anni, mentre agli stranieri maggiorenni adottati e a coloro ai quali sia stato riconosciuto lo status di apolide o rifugiato politico servono 5 anni.

In ogni caso, se lo straniero ha prestato servizio all’estero per lo Stato italiano si prescinde dalla residenza.

 


Ma la domanda è:

Solo in questi casi è possibile chiedere la cittadinanza per residenza?
E’ possibile richiedere la cittadinanza Italiana per residenza ai sensi dell’art. 9 della Legge 5 febbraio 1992, n. 91 se:
sei nato in Italia e vi risiedi legalmente da almeno 3 anni (art. 9, c. 1, lett. A);
sei figlio o nipote in linea retta di cittadini italiani per nascita, e risiedi legalmente in Italia da almeno 3 anni (art. 9, c. 1, lett. A);
sei maggiorenne, adottato da cittadino italiano o figlio di cittadino straniero naturalizzato, e risiedi legalmente in Italia da almeno 5 anni, successivi all’adozione o alla naturalizzazione del genitore (art. 9, c. 1, lett. B);
hai prestato servizio, anche all’estero, per almeno 5 anni alle dipendenze dello Stato Italiano (nel caso di servizio all’estero, non occorre stabilire la residenza in Italia e puoi presentare domanda alla competente autorità consolare) (art. 9, c. 1, lett. C);
sei cittadino U.E. e risiedi legalmente in Italia da almeno 4 anni (art. 9, c. 1, lett. D);
sei apolide o rifugiato e risiedi legalmente in Italia da almeno 5 anni, successivi al riconoscimento dello status di apolide o di rifugiato (art. 9, c. 1, lett. E);
sei cittadino straniero e risiedi legalmente in Italia da almeno 10 anni (art. 9, c. 1, lett. F).
Documenti per cittadinanza italiana per residenza 2020:
Ecco la lista completa e aggiornata dei documenti necessari per presentare la domanda di cittadinanza italiana per residenza:

1- La compilazione del Modello B: Il modulo deve essere compilato in ogni sua parte, firmato e deve includere una marca da bollo da € 16,00.

2- Fotocopia del passaporto: È necessaria una fotocopia del passaporto in corso di validità.

3- Fotocopia del permesso di soggiorno:

necessaria una fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità.
Per cittadini provenienti da un paese Europeo dovranno invece richiedere e presentare il certificato di soggiorno permanente che viene rilasciato dal comune di residenza .
4- Certificato di Residenza:

Documentazione completa dei certificati di residenza con lo storico (la discontinuità di residenza è uno dei motivi per cui vengono spesso respinte le domande).
Il certificato di residenza può essere sostituito da autocertificazione da sottoscrivere davanti agli avvocati.
Da leggere: Il certificato di residenza: cos’è, quanto costa e come si richiede?

 


5- Atto di nascita tradotto e legalizzato:

L’estratto dell’atto di nascita deve contenere tutte le generalità del richiedente.

Questo documento deve essere tradotto e legalizzato dall’Autorità diplomatica o consolare italiana presente nello stato di provenienza del cittadino.
Per le cittadine straniere che hanno acquisito il cognome del marito è importante verificare che il certificato di nascita contenga sia il cognome da nubile che quello da sposata.
6- Certificato penale del paese d’origine:

Si tratta del certificato penale del Paese di origine. Questo certificato non è necessario se il cittadino è nato in Italia o se risiede nel nostro Paese da prima del compimento del 14° anno di età (il certificato deve essere legalizzato e tradotto come avvenuto per l’atto di nascita).
Oltre al certificato penale del paese di origine serve un certificato del casellario giudiziale e dei carichi pendenti in Italia.
Il richiedente che ha risieduto anche in altri paesi è necessario presentare il certificato penale per ognuno di questi paesi.
7- Il reddito sufficiente:

A seconda della posizione lavorativa del richiedente, andranno presentati Modello CU, Unico e modello 730 relativi ai redditi percepiti negli ultimi 3 anni.
Colf, badanti e collaboratori domestici dovranno invece presentare l’estratto conto INPS.
In caso di impossibilità o insufficienza dei redditi degli ultimi tre anni, è sufficiente che il reddito attuale sia adeguato.

Ti consigliamo di leggere questo articolo: Domanda di cittadinanza rifiutata per reddito insufficiente: cosa fare?

8- Attestato di conoscenza della lingua italiana a livello non inferiore a B1: Certificato non necessario solo per i titolari di permesso di soggiorno UE di lungo periodo o per chi abbia sottoscritto un accordi di integrazione.

Per saperne di più leggi questo articolo: livello b1 italiano per cittadinanza: cos’é e come funziona?

9- Il versamento del contributo di € 250,00:

Bollettino per la cittadinanza italiana
Foto del bollettino per la cittadinanza italiana 250Euro
Bisogna effettuare un versamento di € 250,00 sul c/c n.809020 intestato a: Ministero Interno D.L.C.I. cittadinanza con la causale: cittadinanza contributo di cui all’art. 1 co. 12, legge 15 luglio 2009 n. 94. Copia della ricevuta di versamento va allegata alla documentazione.

Come presentare la domanda di cittadinanza italiana?
Lo straniero può presentare la domanda di concessione della cittadinanza italiana ON LINE, registrandosi al portale del Ministero dell’Interno al seguente pulsante:
Clicca QUI
Dal 18 giugno 2015 questa è la sola modalità di presentazione ammessa ; le istanze presentate a mezzo posta non saranno più accettate .
Eseguita la registrazione, lo straniero dovrà compilare telematicamente il modulo di domanda in tutte le sue parti, indicare nell’apposito spazio gli estremi della marca da bollo e allegare in formato elettronico, nelle apposite sezioni del modulo, i documenti che abbiamo elencato prima.
VERIFICARE CHE LE GENERALITA’ INSERITE NEL MODULO DI RICHIESTA ON LINE (nome, cognome, data e luogo di nascita) SIANOPERFETTAMENTE CORRISPONDENTI A QUELLE INDICATE SUI DOCUMENTI ESTERI (certificato di nascita e certificato penale).
Questo era il nostro articolo su i documenti necessari per ottenere la cittadinanza italiana per residenza 2020, per maggiori informazioni potete guardare questo video:

 

I nostri visitatori hanno letto anche:
Come velocizzare la pratica della cittadinanza?
Giuramento cittadinanza italiana testo
Cittadinanza italiana agli stranieri: come si acquisisce?


Tagscittadinanza italianagli stranieripratica di cittadinanzaStranieri in Italiatest b1 cittadinanza
FacebookTwitterPinterestRedditCondividi via e-mail
Seguici su Facebook– Stranieriditalia.com e Instagram per ulteriori aggiornamenti ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà
OL
OL
Attraverso questo sito e questo profilo "OL", vogliamo mantenervi aggiornati sul tema dell'immigrazione, della cittadinanza italiana e dell'integrazione degli stranieri all'interno della nostra società italiana ♥.


One Comment
AvatarGurpreet Singhha detto:
31 Gennaio, 2020 alle 3:38 pm
Mandi tuo numbro

Rispondi
Lascia un commento
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

-

 

-

https://www.marcopepe.it/

daily

1.00

 

 

Circolare 2768/2.2 del 25 ottobre 2005 Procedimenti di competenza dello Sportello Unicoper l'Immigrazione - chiarimenti

(articolo del 5 febbraio 2018)

SCARICA QUI LA CIRCOLARE

Lo Studio Pepe svolge un servizio di  consulenza on line.

 

Vedi l'avv. Marco Pepe su YOUTUBE

 

La prima consulenza, di carattere orientativo, è gratuita.

Per le successive consulenze, o qualora la Consulenza assuma carattere continuativo, sarà necessario concordare un compenso.

Per le modalità di pagamento, questo può essere effettuato con PAYPAL o con altro mezzo.

Per la Consulenza on line, esponi il tuo problema nel modulo qui sotto, e sarai ricontattato quanto prima.

Contattaci

Compila questo modulo. Ti ricontatteremo quanto prima possibile.

CONSENSO ALLA TRASMISSIONE DEI DATI, CONDIZIONI E TERMINI

  I dati inseriti non saranno utilizzati per alcuno scopo commerciale, nè saranno conservati oltre i limiti della Legge. Nessuno potrà utilizzare in alcun modo o maniera i Vostri dati personali nè saranno mai trasmessi a terzi estranei. Titolare del sito web e  Responsabile dei dati personali è Marco Pepe, via Tuscolana 4, 00182 Roma. Vedi QUI la privacy policy del sito. Vedi QUI la cookie policy 

E' possibile ottenere la cancellazione dei dati trasmessi in ogni momento scrivendo una email con oggetto CANCELLAMI a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

E' necessario esprimere manifestamente il consenso a ricevere le comunicazioni dallo Studio dell'Avv. Marco Pepe 

Sulla necessità del consenso vedi questo LINk:

https://www.marcopepe.it/index.php/it/privacy-policy-e-normative/340-pagina-consenso-newsletter

Sulla Privacy Policy dello Studio Pepe vedi questo Link:

https://www.marcopepe.it/index.php/it/privacy-policy

Sulla informativa estesa sui cookies vedi questo link:

https://www.marcopepe.it/index.php/it/informativa-estesa-cookies

(english)

TERMS AND CONDITIONS 

Change them according to your needs

This policy explains how we will use personal information collected through this site. To be cancelled please write to Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. object: CANCELL ME with uoyr data (name, email)

Collection of personal information

You may choose to provide us with your personal information on some pages of the website, for example when you complete an enquiry form.

When you submit personal information, you consent to our use of the information as set out in these terms and conditions.

Use of personal information

We shall use any personal information you give to us in accordance with these terms and conditions, and with any additional statements appearing on forms used for submitting your personal information. We shall not disclose your personal information to any third parties without obtaining your prior consent unless we are required by law to do so. In particular, if you submit an enquiry, we shall use your personal information to administer and respond to your enquiry. We shall securely store the information you supply and the response we provide.

Cookies and IP logging

This website uses simple cookies. A cookie is a piece of data that may be stored on your computer when you visit a website. When you visit our website, our server will store a cookie on your computer.

This cookie will be used to record the pages you visit on our website. We will use this information to analyse the way our site is used, and to administer and improve the accessibility of our site. We will not use it for identify individuals or for any other purpose.

You may disable the use of cookies in your Internet browser without affecting your use of this website.

About  cookies informations please look this link:

https://www.marcopepe.it/index.php/it/informativa-estesa-cookies

Links

This website contains links to other sites.

We are not responsible for the privacy practices of third parties that run any other websites. Please refer to their own privacy policies for more information.

Responable of the web site and Data Protection Office: Marco Pepe, via Tuscolana 4, 00182 Roma. informations and cancellation, please Write to Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  in Object your name and email

captcha

 

(17 aprile 2019) 

La Festa delle Cerase in un video d'epoca Cronache italiane Palombara

 

9 giugno 2019, Festa delle Cerase a Palombara Sabina

                                                                                            Palombara Sabina 

 

 

Come ogni anno, la seconda  domenica di giugno a Palombara Sabina si terrà la tradizionale  Festa delle Cerase.

 Quest'anno dunque la Festa cadrà il 9 giugno 2019.

  La mattina c'è il mercato che occupa tutta la città, poi nel pomeriggio la sfilata dei carri allegorici, fatti di fiori e ciliege vere.

 Anche quest'anno spero festeggeremo tra amici la Festa delle Cerase, ed in tal modo avremo il piacere di incontrarci e di godere della tradizionale festa dalla nostra  finestra, in via Piave 51, che affaccia proprio sulla piazza del Centro storico, piazza Vittorio Veneto. 

   Dalla finestra si può vedere tutta la festa, stando comodamente seduti, (ma a turno, un pò per uno).

Carro  Un carro allegorico di fiori e ciliege

    La Festa tradizionale è sempre molto simpatica, in realtà dura una settimana, i festeggiamenti si accompagnano a spettacoli, bande musicali, gare e altri intrattenimenti, ma la regina della Festa è la sfilata dei carri allegorici ornati con ciliegie vere e fiori di stagione.

  Questa la descrizione che si trova sul sito di Palombara Sabina:

" Sagra delle cerase " - festa civile più importante –
Periodo: seconda domenica di giugno.


   E’ una festa tradizionale di Palombara Sabina che si celebra da circa 70 anni.


   La festa dura una settimana, con mostre diverse di pittura, artigianato e prodotti tipici agricoli, ( le cerase più belle vengono premiate ). Ci sono anche canti e balli nei vari rioni cittadini; in piazza si svolgono " giochi popolari ".


   La mattina della domenica della festa c’è una sfilata di ragazze e ragazzi in costume tipico palombarese che risale al 1800 con premiazione ufficiale dei costumi più belli.    Nel pomeriggio poi c’è il culmine della festa con la sfilata dei " carri allegorici ".

   Ogni rione prepara un carro, questi sono interamente ricoperti di petali di fiori, foglie e cerase, non sono ammessi alla gara-sfilata carri verniciati. I fiori e le cerase vengono incollati, uno per uno sulla struttura del carro, con la colla a caldo durante le due notti che precedono la sfilata, altrimenti i colori perderebbero la loro brillantezza.


Sfilano in piazza davanti ad un folto pubblico e alla giuria , dai cinque agli otto carri, a seconda della risposta data dalla popolazione al bando di concorso presentato dal Comitato Organizzatore della Sagra, che può anche cambiare annualmente. Il tema dei carri è libero purché facciano riferimento in qualche modo alla " Cerasa " (prodotto locale di ottima qualità).

   C’è una giuria che viene cambiata ogni anno che assegna i premi (coppa e denaro) e assegna i punteggi per stilare la classifica fra i carri. 

La partecipazione alla sfilata è molto accesa e particolarmente sentita, gli abitanti del rione in genere seguono il carro da loro stessi preparato, durante la sfilata facendo il tifo ed inneggiando alla vittoria finale. La partecipazione popolare alla festa ed anche ai preparativi è molto alta.

   Il sabato sera che precede la sfilata dei carri, di norma si organizza un concerto di musica leggera con un cantante o un gruppo più o meno noto a seconda del bilancio economico della festa.

 

signori cerasari 2018  Verranno premiati i migliori costumi di Cerasara e da Cerasaro.

 

Ti aspettiamo alla Festa!

La Festa delle Cerase in un video d'epoca Cronache italiane Palombara

Come arrivare a Palombara Sabina?

Dalla Salaria, da Roma dopo Moterotondo si gira a sinistra e dopo circa 6-8 Km si arriva.

Dalla Tiburtina, si arriva a Guidonia e poi si prosegue per Palombara Sabina;

Dall'autostrada Roma L'Aquila, si esce a Tivoli, poi si prosegue per Palombara Sabina.

Ciao!

Marco Pepe 

Studio Legale Pepe

 

Avv. Marco Pepe

via Tuscolana 4

00182 Roma

Italia

 

Avv. Marco Pepe
via Tuscolana 4
00182 Roma

tel. +39   067011977  -
tel. + 39  0692915224 (attivo 24 ore su 24)
portatile 3477185620
whatsapp  sul tel. 3477185620 
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Codice fiscale: PPEMRC54T12H501C
P. IVA: 06062670580
M5UXCR1 codice univoco destinatario
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

VEDI QUI il Codice QR-CODE

 

Sede in PALOMBARA Sabina: via Piave 51, 00018

                   tel. +39   067011977  -
                    tel. + 39  0692915224 (attivo 24 ore su 24)
                    portatile 3477185620
                    whatsapp  sul tel. 3477185620 

 

Skype marco.roma6050

Contatta Lo Studio Pepe direttamente con WhasApp (clicca QUI):  integrare whatsapp nel sito

 

(1 novembre 2019) 

 

domenica 17 novembre 2019 

Festa di Bacco a Palombara Sabina

Festa del vino e dell'olio

 

           Palombara Sabina    Palombara Sabina

 

 

Come ogni anno, il 17 novembre 2019  a Palombara Sabina,  a circa 45 minuti da Roma, si terrà la tradizionale  Festa di Bacco

Il vino di Palombara Sabina

Il comune di Palombara Sabina è un comune che primeggia nella produzione agricola per la sua ottima esposizione al sole, per il clima mite, per la natura del terreno, particolarmente favorevole alle coltivazioni di vino, olio, ciliegie.

  Come molti comuni d'Italia, vanta un numero rilevante di denominazioni di origine dedicate al vino.

  Alla Festa di Bacco partecipano tutti i produttori locali ed è possibile assaggiare il vino DOC, con le sue caratteristiche particolari. Si tratta di varietà di vino diverse, alcune di esse consorziate nel sito https://www.quattrocalici.it/ .

Le denominazioni DOC sono  "Colli della Sabina doc"  "Roma doc"   e   Lazio IGT.   

Se ve ne sono altre, vi prego di segnalarmelo che le aggiungo su questa pagina, che è indipendente.

Alla festa viene offerto al Castello Savelli Torlonia  un assaggio di questi vini, e poi chi vuole acquista le bottiglie.

L'OLIO DI PALOMBARA SABINA E DINTORNI

   L'olio buono, che proviene direttamente dalle olive italiane, ho imparato, si deve andare a cercare dove lo producono e controllare bene che si tratti di oliva prodotta dai coltivatori del posto.

   Quindi, per trovare l'olio di qualità,  si deve attendere l'inizio di novembre, quando  finisce la raccolta delle olive.    Poi si va direttamente presso l'oleificio locale,  cosiddetto "frantoio", ce ne sono tanti intorno Roma, ogni paese ne ha uno.

Trovato l'oleificio,  ci si deve interessare alle varie fasi della lavorazione, per capire quale tipo di oliva viene immessa nel frantoio. Ogni produttore porta le sue olive, per cui per essere sereni, dovremmo conoscere anche il produttore, ma se abbiamo un po'  di fiducia nel prossimo, basta andare nell'oleificio e chiedere al responsabile, che ci tiene a  fare bella figura e vendere direttamente al pubblico il suo olio.

  Le olive non possono restare nelle sacche quando vengono raccolte, devono essere spremute immediatamente, altrimenti si rovinano perché con l'umidità si produce una muffa che va a rovinare l'olio.

   Quindi al frantoio puoi vedere le olive appena raccolte la stessa mattina,  portate  dagli agricoltori del posto, in  grosse ceste, pronte per essere riversate nel frantoio.

  Poi le olive vengono immesse in quantità nel  frantoio ed alla fine esce il vero succo di oliva, l'olio novello, di un verde molto intenso come si vede nella foto.

Olio frantoio 3

    Le ceste piene di olive        olive                 olio

 Alla fine della lavorazione si vedono due tubazioni: da una esce l'acqua separata dall'oliva, dall'altra tubazione esce l'olio, verde intenso ed odoroso, uno spettacolo veramente bello a vedersi.

In quel momento sei sicuro che l'olio che esce è proprio quello delle olive che sono entrate poco prima e che si tratta di una produzione locale.

Il 17 Novembre 2019, al Castello Savelli si celebra quindi  "Il giorno di Bacco”, anima lo splendido Castello Savelli sulla cima del Paese.

Per un’intera giornata l'antico Castello Savelli si trasforma in una cantina di grande fascino, dove poter gustare il meglio della tradizione vinicola locale.

     Nella maestosa Sala Ottaviani del Castello Savelli si potranno gustare i migliori vini del Lazio e del Centro Italia, con particolare attenzione alle etichette del territorio e del Parco Regionale dei Monti Lucretili: produttori e sommelier spiegheranno tutti i segreti che si nascondono dietro la bottiglia di vino, dalla vendemmia fino al bicchiere.


    Nella Foresteria del Castello, si potrà invece pranzare gustando prodotti tipici della Sabina, l’olio extravergine di oliva, le speciali pizze fritte, tipica pietanza palombarese condita con sale, zucchero o ricoperta con la nutella.

    E sempre a proposito di olio, l’associazione “la Palombella” proporrà dibattiti, mini corsi di degustazione e vendita, oltre alla distribuzione gratuita di bruschette.

Nella Sala delle Giare e lungo le vie del centro storico, si potranno degustare i migliori prodotti tipici del territorio.

“Il Giorno di Bacco” proporrà anche un ricco programma di intrattenimenti: il mercatino dell’artigianato, con mostra di tecniche di lavorazioni tradizionali di vetro, cuoio, legno, saponi e cere e con rievocazioni degli antichi mestieri.

   Alle 12 e alle 15 andranno in scena gli spettacoli per grandi e piccini, accompagnati da figuranti che indosseranno abiti storici.

   Lungo le vie del paese sfileranno gli “Sbandieratori e Musici di Amelia” insieme alla street band “sbandati”; e nel pomeriggio sarà protagonista la disco music degli anni ‘70 e ‘80 con il concerto dei “Groovalistas”, nel corso della giornata si potrà assistere alla performance di Circo Contemporaneo con “Canarina”.

Come arrivare a Palombara Sabina?

In automobile, dalla Salaria, da Roma dopo Monterotondo si gira a destra e dopo circa 10 Km si arriva a Palombara Sabina.

In autovettura, dalla  via Tiburtina,  si arriva a Guidonia e poi si prosegue per Palombara Sabina seguendo la via Pedemontana, tanto amata dai ciclisti perchè quasi in pianura.

In autovettura, dall'autostrada Roma L'Aquila, si esce a Tivoli, poi si prosegue per Palombara Sabina.

Con il treno, da Roma Tuscolana, Tiburtina, Nomentana, salaria, si arriva a Pianabella-Montelibretti e poi c'è la navetta sino a Palombara Sabina.

Con il pullman, si prende a Rebibbia  

VEDI QUESTO SITO DI INFO SU COME ARRIVARE A PALOMBARA SABINA: CLICCA QUI  

 Ci vediamo a Palombara Sabina Ciao!

Marco Pepe 

Congratulazioni! Hai un sito Joomla!®.
Questa è la versione localizzata in italiano disponibile sul sito www.joomla.it dove puoi trovare ulteriori informazioni, guide ed il forum.
Joomla!® rende facile la costruzione del tuo sito secondo le tue esigenze ed è molto semplice aggiornarlo e mantenerlo online.
Joomla!® è una piattaforma potente e flessible, sia che tu voglia costruire un piccolo sito personale, o un grande portale con centinaia di migliaia di visitatori. Joomla!® è open-source, questo significa che è possibile farlo funzionare nel modo che si desidera.

Come iniziare:

Iniziare a creare il tuo sito è semplice. Alcune nozioni di base ti saranno utili.

Cos'è un Content Management System?
Un content management system è un software che consente di creare e gestire pagine web in modo semplice, separando la creazione dei contenuti dalla meccanica richiesta per presentarli sul web.
In questo sito, i contenuti sono registrati in un database. L'aspetto e la presentazione vengono gestiti dal template. Il software Joomla!® combina il template e i contenuti per la creazione della pagina web.

Sito e Amministrazione
Il sito è separato in due lati. Il lato sito (chiamato anche front end) è ciò che vedono i visitatori del tuo sito. Il lato amministrativo (chiamato anche back end) utilizzato solo da chi gestisce il sito. Puoi accedere all'amministrazione aggiungendo /administrator alla fine del nome di dominio (es. www.nomesito.it/administrator )

Effettua il login al lato amministrativo utilizzando Nome utente e Password creati durante l'installazione di Joomla!®.